facebook
instagram
twitter
logo sicra nero
sicrapress_logo_white

Info & Contatti

Sitemap

Categorie News

Categorie News

Cianciana, padre folle accoltella moglie e i due figliMadre Terra, a Casa della Capinera nasce il sentiero di land artA Malta fondato il primo club KiwanisGli zii di Sicilia: scoppia il "Quarantotto" descritto da SciasciaIl "botto" di Capaci, fu solo mafia? Oggi il ricordo e le iniziativeCatania, chi si occupa del Piano casa? La preoccupazione di Asia UsbProtezione di spiagge, habitat e fauna costiera: ecco le norme di tutelaIl Catania è tornato, battuto l'Avellino nel primo roundConfindustria, Summer Training Week: la finestra sul futuro dei giovaniLa nomina del nuovo procuratore a Catania è diventata un caso

IN EVIDENZA

Sede:
Via Passo Gravina, 122
95125 Catania CT

 

info@sicrapress.it

 

Umberto Teghini
Direttore responsabile 

 

 

Lucy Gullotta
Direttore editoriale 

 

Attualità

Categorie

roof-columns-natural-history-museum-marseille-sunlight-francesmart-agriculture-iot-with-hand-planting-tree-backgroundvertical-shot-wired-fence-with-blurred-backgroundyoung-man-standing-near-window-holding-disposable-coffee-cup-reading-newspapermedium-shot-talented-woman-singingjogging-2343558_640

Enna, Campanella: "Pensavo di avere un gruppo di esauriti e pazzi"

2024-04-17 17:15

Redazione

Notizie, Sport, In evidenza, enna, promozione, serie d,

Enna, Campanella: "Pensavo di avere un gruppo di esauriti e pazzi"

Il tecnico catanese pronto a firmare per la prossima stagione, anche se...

enna.jpeg

A SalaStampa, l’intervento di Giovanni Campanella (nella foto nello studio di Salastampa con Umberto Teghini), allenatore dell’Enna neopromosso in Serie D, che ha espresso tutta la sua gioia per l’obiettivo portato a termine in una cavalcata in Eccellenza che non ha lasciato spazio a nessuno. Ben 68 i punti in campionato a due giornate dalla fine: a +9 sul Paternò secondo e addirittura +15 sul Modica terzo in graduatoria.

 

- Quella dell’Enna è stata promozione già annunciata nelle ultime domeniche dopo aver ottenutoi un vantaggio importante sul Paternò. Quando ha capito che era la volta giusta per l’allungo decisivo?

 

“Un paio di settimane fa, lo dicevo sempre al presidente. Loro avevano una grande paura perché hanno perso una finale nazionale col Siracusa in modo particolare, ma il calcio è anche questo e vanno accettate le sconfitte. Ieri, quando abbiamo avuto la certezza, ho visto gente che si è lasciata andare, gente anche abbastanza importante, perché ha capito che finalmente dopo 34 anni siamo arrivati in Serie D. Quando siamo arrivati in piazza perché dovevamo andare al campo, c’erano tutti i tifosi che assieme a noi hanno festeggiato, festeggiamenti che saranno effettivi domenica quando giocheremo in casa. Devo dire che a prescindere dal discorso credere o non credere, io ho trovato una squadra che ha saputo combattere partita su partita. Ringrazio anche la dirigenza, il direttore sportivo Giuseppe Restuccia, il presidente Luigi Stompo e l’amministratore delegato Fabio Montesano, che sono stati molto vicini; anzi, a volte rimproveravo affettuosamente il presidente perché troppo tifoso…”.

 

“Domenica in piazza Europa ho visto gente che piangeva, gente che ringraziava. Fa piacere, perché hanno aspettato tanto e perché ci sono tanti giovani che sono tifosi e vengono al campo. La settimana scorsa ero squalificato e sono andato dal lato opposto della tribuna coperta: vedevo tantissimi ragazzi che tifavano per l’Enna, anche giovanissimi di 15-16 anni, insieme a gente che aspettava questo avvenimento da 34 anni”.

 

- A chi vuoi dedicare questa ennesima promozione, la settima in carriera?

 

“L’ultima promozione è sempre la più bella: la dedico prima di tutto ai giocatori, che ritenevo un gruppo di esauriti e pazzi; che poi si sono rivelati bravi sul campo e serissimi fuori dal campo. Poi una dedica ai tifosi, una alla mia famiglia e ovviamente alla dirigenza, che se lo merita perché ho visto fare cose al presidente e all’amministratore delegato che non mi aspettavo. Anche il direttore sportivo Restuccia ha avuto una parte abbastanza importante in questa promozione”.

 

- È una promozione che crea anche le basi per un futuro importante a Enna, dopo 34 anni di campionati in chiaroscuro?

 

“Io di solito faccio sempre un contratto annuale, perché se mi trovo bene posso rimanere, se mi trovo male posso tornare a casa e starmene tranquillo. Ora dipende anche dalla dirigenza, perché, quando si fa un contratto, si fa sempre in due. La predisposizione da parte mia c’è sicuramente, perché mi sono trovato benissimo: non mancava nulla, ho avuto una buona squadra, una buona dirigenza, un buon DS, e anzi il contatto con Restuccia è stato molto importante perché sono stato avvantaggiato dal momento che suo papà era stato un presidente mio quando ero alla Leonzio, quindi mi è venuto facile. Quando c’è questo sincronismo è difficile che non si raggiunga l’obiettivo”.

 

- Per quanto riguarda questa stagione, c’è stato un momento in cui si sei sentito in difficoltà? In cui non arrivavano magari i risultati che aspettavi?

 

“No, io per carattere sono abituato a lottare, non ho paura di niente. Più che altro, mi hanno dato fastidio certe dichiarazioni che io non condivido minimamente: se tu fai un pareggio dopo 14 vittorie e vieni criticato, allora sì che dà fastidio, ma è stata una cosa piccolissima. Io ci sono abituato perché, facendo questo mestiere da 34 anni, ne ho viste di tutti i colori e uno ci si abitua. Mi ha dato fastidio più che altro perché io non vedevo gli estremi per una critica: la prima cosa che ho fatto è stata andare dal presidente e dirglielo, ma lui mi ha rassicurato”.

 

- Tra le avversarie, chi l'ha deluso tra Paternò e Modica, le squadre più gettonate a inizio stagione?

 

“Il Modica, perché in base alla squadra che avevano all’inizio e agli investimenti fatti doveva fare molto di più. Quella che mi ha sorpreso è il Paternò, non tanto in realtà perché conosco quasi tutti i giocatori: è una squadra aggressiva che lotta fino alla fine. Anzi, speriamo che il Paternò possa andare insieme a noi in Serie D: perché, a prescindere da tutto, io ho giocato diversi anni là e ci ho lasciato il cuore. Molti non si ricordano che io ho vinto il campionato togliendo il Paternò dalle sabbie mobili e portandolo dall'Eccellenza alla Serie D; poi l’anno dopo è arrivato Pasquale Marino in Serie D e ha vinto il campionato, raggiungendo la Serie C, e semre a Paternò ho allenato la squadra come secondo. Mi dispiace che qualcuno di Paternò mi critichi: quando magari non sa tutte queste cose. Quando dico che mi fa piacere che il Paternò vada in Serie D, lo dico col cuore”.

 

- Domenica 21 ci sarà la festa allo stadio Gaeta nell’incontro con l’Imesi Atletico Catania 1994, che ha festeggiato la salvezza con due giornate d’anticipo.

 

Mi fa piacere per l’Atletico perché l’inizio stagione loro è stato disastroso: hanno fatto la squadra più di una volta. Sono contento perché alla fine Damiano Proto (direttore sportivo dell’Imesi Atletico Catania 1994, ndr) ha saputo tirare fuori la squadra da quella brutta situazione prendendo un ottimo allenatore come Natale Serafino e facendo una campagna acquisti più dettagliata: e non è facile cambiare in corsa, con la classifica precaria. Io sono molto legato alla famiglia Proto: come lo sono all’Atletico Catania. Alcuni mi accusano (di cosa ci chiediamo strabuzzando gli occhi, ndr) perché sono molto tifoso, in realtà ho trascorso un anno nell’Atletico Catania e mi sono trovato bene: ma questa non è una colpa, è solo lavoro. Stranamente ho giocato sempre contro il Catania mai con, e sono tifoso rossazzurro. Ho pure due catanesi fra i collaboratori, Angelo Sciuto e Marco Onorati, quindi figuratevi; e ovviamente ci sono anche giocatori di Catania, come Cocimano, Zappalà, Tosto, Randis, Sessa e Santonocito”.

 

- Anche la Nissa è stata promossa, quindi vedremo Caltanissetta ed Enna entrambe in Serie D. C’è la possibilità che lei venga confermato per l’anno prossimo?

 

“Ho avuto il piacere di conoscere il presidente della Nissa, Luca Giovannone, e aveva delle vedute abbastanza buone: se dice che ora che ha raggiunto la Serie D si prepara a fare la squadra per la C dobbiamo crederci. Ben vengano questi personaggi, l’importante è che si comportino bene e rispettino gli obiettivi che vogliono raggiungere. Valerio Antonini, presidente del Trapani, ha fatto così e ora è in Serie C dopo aver costruito uno squadrone; mentre spiace per il Siracusa, altra squadra siciliana, che è arrivata seconda e ha una bellissima squadra. Purtroppo, questa cosa che ne sale una non funzionale agli investimenti economici; peraltro l’allenatore Gaspare Cacciola ci ha rimesso il posto e non lo capisco: cambiare l’allenatore quando l’obiettivo ormai è lontano e nessuno può rimontarti, è quantomeno strano. La mia risposta per l’anno prossimo a Enna? Se dipendesse da me, direi sì: ma dipenderà dalla dirigenza: è banale ricordarlo ma i matrimoni si fanno in due e io sono disponibilissimo…”.


facebook
instagram
twitter
youtube
tiktok

 Sicra Press, Testata registrata al Tribunale di Catania n° 11/2014 del 12/05/2014 P.IVA: 05581250874 – P.IVA 05811480879

www.sicrapress.it @ All Right Reserved 2023 - Sito web realizzato da Flazio.com

SICRAPRESS - Informazione e Comunicazione

Iscriviti alla Newsletter

Lasciaci la tua mail per rimanere aggiornato su tutti i nuovi articoli del nostro blog. Lascia la tua mail qui sotto!

Articoli popolari oggi

SICRAPRESS - Informazione e Comunicazione
blog-detail

Cianciana, padre folle accoltella moglie e i due figli
Notizie, Cronaca, In evidenza, cianciana,

Cianciana, padre folle accoltella moglie e i due figli

Agenzia Sicrapress

2024-05-23 16:37

Tragedia in provincia di Agrigento

Madre Terra, a Casa della Capinera nasce il sentiero di land art
Notizie, Attualità, Ambiente, In evidenza, natura, terra Madre, Eco sistemi,

Madre Terra, a Casa della Capinera nasce il sentiero di land art

Agenzia Sicrapress

2024-05-23 15:54

Matre Terra prevede la realizzazione, lungo il sentiero Natura Monte Cicirello, nel territorio di Trecastagni.

A Malta fondato il primo club Kiwanis
Notizie, Attualità, In evidenza,

A Malta fondato il primo club Kiwanis

Agenzia Sicrapress

2024-05-23 15:36

Il Presidente del club è l’avvocato Silvio Aliffi, presidente dell’associazione di amicizia Sicilia Malta.

Gli zii di Sicilia: scoppia il
Notizie, Cultura e Spettacolo, In evidenza, sala futura,

Gli zii di Sicilia: scoppia il "Quarantotto" descritto da Sciascia

Redazione

2024-05-23 12:13

A partire dalla narrazione di episodi storici del 1848, Sciascia riflette con acuta ironia sul concettodi rivoluzione, contestualizzata nella sua Sicilia

Il
Notizie, Attualità, In evidenza, strage capaci, giovanni falcone,

Il "botto" di Capaci, fu solo mafia? Oggi il ricordo e le iniziative

Redazione

2024-05-23 11:23

Ricorre il 32simo anniversario della strage Falcone

Catania, chi si occupa del Piano casa? La preoccupazione di Asia Usb
Notizie, Attualità, In evidenza, #catania, emergenza casa, piano casa,

Catania, chi si occupa del Piano casa? La preoccupazione di Asia Usb

Agenzia Sicrapress

2024-05-22 15:09

E' in corso lo smembramento del centro storico dove "sono attive, in modo particolare, le agenzie immobiliari "grosse", alcune legate a multinazionali europee

Protezione di spiagge, habitat e fauna costiera: ecco le norme di tutela
Notizie, Ambiente, In evidenza, legambiente,

Protezione di spiagge, habitat e fauna costiera: ecco le norme di tutela

Agenzia Sicrapress

2024-05-22 07:00

L’Associazione rileva che purtroppo la consapevolezza dell’importanza naturalistica di questi ambienti è ancora poco diffusa

Il Catania è tornato, battuto l'Avellino nel primo round
Notizie, Sport, In evidenza, cataniafc,

Il Catania è tornato, battuto l'Avellino nel primo round

Umberto Pioletti

2024-05-21 22:56

Nella gara d'andata dei quarti di finale dei Playoff la formazione rossazzurra ha superato gli irpini con un gol di Cianci

Confindustria, Summer Training Week: la finestra sul futuro dei giovani
Notizie, Attualità, In evidenza, confindustria catania,

Confindustria, Summer Training Week: la finestra sul futuro dei giovani

Agenzia Sicrapress

2024-05-21 16:55

La terza edizione del progetto è un'iniziativa promossa dal Comitato imprenditoria femminile di Confindustria Catania

La nomina del nuovo procuratore a Catania è diventata un caso
Notizie, Attualità, In evidenza, #CSM, catania procuratore,

La nomina del nuovo procuratore a Catania è diventata un caso

Agenzia Sicrapress

2024-05-21 11:05

ll togato indipendente al Csm Andrea Mirenda ha abbandonato i lavori della quinta Commissione che sta lavorando sulla delibera per votare i nomi degli eleggibil

Barcellona, il Dragon Boat Catania porta a casa 3 medaglie d'oro
Notizie, Sport, In evidenza, dragonboatcatania,

Barcellona, il Dragon Boat Catania porta a casa 3 medaglie d'oro

Davide Vitanza

2024-05-20 19:49

In Spagna al festival internazionale di Dragon Boat

Gianfranco Miccichè indagato per peculato, truffa e false attestazioni
Notizie, Cronaca, In evidenza, gianfranco miccichè,

Gianfranco Miccichè indagato per peculato, truffa e false attestazioni

Redazione

2024-05-20 14:06

Il parlamentare avrebbe usato per fini personali l'auto che gli era stata assegnata per svolgere le funzioni istituzionali

Notizie, Medicina, In evidenza, acto Sicilia,

"Mi sento", per svegliare le coscienze e l'educazione del proprio corpo

Agenzia Sicrapress

2024-05-20 10:20

Il 34% delle donne italiane non fa prevenzione perché ha paura di non sapere gestire i risultati

Catania-Avellino martedì alle 20,30: diretta su RaiPlay Sport
Notizie, Sport, In evidenza, cataniaavellino, playoffseriec, cataniafcù,

Catania-Avellino martedì alle 20,30: diretta su RaiPlay Sport

Agenzia Sicrapress

2024-05-19 20:18

Definito il calendario e gli orari delle sfide dei quarti di finale dei Playoff di Serie C

Ricordare Falcone e Borsellino? Sì, vigilando sulla Democrazia
Notizie, Attualità, In evidenza, falconeborsellino, Cittainsieme,

Ricordare Falcone e Borsellino? Sì, vigilando sulla Democrazia

Agenzia Sicrapress

2024-05-19 19:13

Iniziativa CittaInsieme il 23 maggio con musiche, letture, canti, affinché si riprenda dal profondo degrado nel quale è sprofondata la Democrazia

Anziana derubata e aggredita dal suo factotum
Notizie, Cronaca, In evidenza,

Anziana derubata e aggredita dal suo factotum

Agenzia Sicrapress

2024-05-19 11:49

Su delega della Procura della Repubblica di Catania, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania hanno eseguito una misura cau

Il Catania pesca l'Avellino sulla strada della Serie B
Notizie, Sport, In evidenza,

Il Catania pesca l'Avellino sulla strada della Serie B

Agenzia Sicrapress

2024-05-19 10:30

Dal campo all’urna degli studi di Sky Sport: determinate le sfide del secondo turno della fase nazionale, delle semifinali e della finale dei Playoff di Serie C

Catania e quella nostalgia canaglia degli Anni Sessanta
Notizie, Attualità, In evidenza, catania anni sessanta,

Catania e quella nostalgia canaglia degli Anni Sessanta

Salvo Pappalardo

2024-05-19 07:30

Una città profondamente diversa rispetto a quella attuale: ecco quale atmosfera si respirava

Il Catania perde in casa ma passa il turno, sospiro per ventimila
Notizie, Sport, In evidenza, playoff, cataniafc, cataniaatalantaunder23,

Il Catania perde in casa ma passa il turno, sospiro per ventimila

Umberto Pioletti

2024-05-18 23:22

Al Massimino i giovani nerazzurri s'impongono su un Catania troppo rinunciatario soprattutto nel primo tempo

Siciliani poco propensi al risparmio? Sí, come l'asino di Totó
Notizie, Attualità, In evidenza,

Siciliani poco propensi al risparmio? Sí, come l'asino di Totó

Agenzia Sicrapress

2024-05-18 17:33

Alfio Franco VinciIl centro studi dell’autorevolissimo Istituto Tagliacarne, scopre che in Sicilia le retribuzioni sono inferiori del 50% della media naziona
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder